Thursday, 19 October 2017 13:28

Agenzie per au pair: ecco perché sono meglio del fai da te

Fare l’au pair. Un sogno che coincide spesso con il desiderio di scoprire nuove realtà, imparare una lingua straniera, mettersi alla prova. Ma anche un sogno che, a volte, viene messo da parte per dubbi, incertezze o per la difficoltà di volerlo realizzare attraverso il fai da te. Ma è proprio detto che vi si debba rinunciare? No, basta rivolgersi a un’agenzia specializzata nella ricerca e selezione di ragazze alla pari.

Agenzie per ragazze alla pari: come sceglierle

Digitando su Google “agenzie per ragazze alla pari” o “agenzie per au pair” non sono pochi i risultati ottenuti. Ma come scegliere l’agenzia a cui affidarsi? Eccovi alcuni consigli.

  • Rivolgersi ad agenzie con una sede fisica verificabile
  • Controllare che sul sito dell’agenzia vi siano i riferimenti del suo responsabile o titolare
  • Preferire un’agenzia attiva da molti anni
  • Privilegiare agenzie dalla buona reputazione o di cui si è già sentito parlare
  • Scegliere agenzie che fanno parte di associazioni di categoria, come la Iapa (International au pair association). Proprio la Iapa ha spiegato sul suo sito perché è importante rivolgersi alle sue agenzie affiliate.

Agenzie di au pair: perché sceglierle

Qualcuno potrebbe dirvi che per trascorrere qualche mese all’estero come au pair basta trovare una famiglia disposta ad ospitarvi e il gioco è fatto. Purtroppo non si tratta solo di questo.
La recente cronaca ha insegnato, infatti, come scegliere una famiglia affidabile sia davvero la cosa più importante.
Rivolgersi a un’agenzia specializzata serve, appunto, ad assicurarsi che la host family, cioè la famiglia ospitante, sia stata selezionata e monitorata. La selezione viene in genere effettuata dall’agenzia attraverso i suoi collaboratori presenti nei diversi Paesi. Le agenzie specializzate collaborano, infatti, tra loro per la ricerca e la selezione sia delle ragazze che delle famiglie. Inoltre, prima della partenza, l’agenzia fa in modo che la au pair e la host family si conoscano per telefono e attraverso degli incontri su Skype (in modo da riuscire anche a vedersi!). Solo dopo essersi reciprocamente piaciuti lo scambio può avvenire.

Agenzie di ragazze alla pari: una sicurezza prima e durante il viaggio!

Il giusto “abbinamento” tra la ragazza au pair e la famiglia ospitante è soltanto il primo passo che compie un’agenzia.
Prima della partenza, infatti, le agenzie forniscono alle ragazze informazioni sulla destinazione prescelta, sui corsi di lingue che si possono frequentare e sulla presenza di altre au pair in quella località.
In secondo luogo, anche durante la loro esperienza all’estero, le ragazze possono contare su un contatto costante da parte dell’agenzia che monitora, in questo modo, il buon andamento dello scambio.
Inoltre, è molto importante il ruolo dell’agenzia per le au pair che, dopo aver compiuto una prima esperienza all’estero, intendono ripartire verso un’altra meta. In questo caso l’agenzia fornirà alla nuova host family le referenze richieste che, se garantite da una precedente esperienza andata bene, hanno di certo un valore maggiore.
Infine, in caso di gravi problemi tra la au pair e la famiglia, sarà l’agenzia a farsi carico di trovare una soluzione al problema che può anche consistere nella ricerca di una nuova famiglia per la ragazza all’estero. 

Tutti i rischi del fai da te

Scegliere un’agenzia specializzata per realizzare il proprio sogno di trascorrere qualche mese come au pair all’estero vuol dire, insomma, andare sul sicuro. Una cosa ben diversa è organizzare tutto online.
Sono molti i portali dove, in cambio di pochi euro (o a volte anche di nulla), le aspiranti au pair possono trovare profili di famiglie ospitanti. Si tratta, però, di famiglie su cui non sono stati effettuati controlli né sulla loro serietà né sulla loro effettiva esistenza. E, se durante il soggiorno, l’au pair dovesse avere qualche problema con la famiglia non avrebbe comunque nessun altro interlocutore a cui rivolgersi.
Insomma, organizzare online il proprio soggiorno da au pair, insomma, è come tirare ai dadi. Ma non è detto che si sia sempre fortunati…

Se, invece, non amate il rischio e preferite che il vostro sogno da au pair si trasformi realtà, cliccate sul nostro application form e unitevi a noi!

 

 

 

 

 

Read 5496 times
Login to post comments