Martedì, 06 Febbraio 2018 10:28

Come risparmiare a Londra da au pair? Con un po’ di attenzione è possibile!

Londra è da sempre una delle mete preferite degli italiani, ed è anche in cima alle preferenze degli studenti che scelgono di partire come au pair. Sono molti i motivi che spingono i ragazzi italiani a partire per Londra, nonostante il costo della vita nella capitale inglese non sia dei più convenienti.

Come fare, allora, per risparmiare a Londra? Ecco alcuni suggerimenti e consigli per chi è in partenza

Risparmiare sui trasporti a Londra

I mezzi di trasporto pubblici sono senza dubbio il modo migliore per muoversi nella città più popolosa d’Europa. Come possono le au pair risparmiare sui trasporti e non dover rinunciare a gran parte del loro stipendio? Basta adottare qualche accorgimento.

Acquistate una Oyster Card

Un’ottima opportunità è l’Oyster Card. Si tratta di una carta da viaggio ricaricabile che consente di muoversi sulla maggior parte dei mezzi di trasporto londinesi pagando in base a quanto si utilizzano (pay as you go). In pratica, si paga una cifra massima giornaliera indipendentemente dal numero di corse che si effettuano. La Oyster Card è ideale per le ragazze alla pari che, durante il soggiorno in famiglia, si iscrivono a una scuola di inglese e che, nel loro tempo libero, desiderano scoprire tutte le attrazioni di Londra. 

Pianificate gli spostamenti

A Londra il costo dei viaggi sui trasporti pubblici dipende dall’orario. Naturalmente, viaggiare nelle ore di punta costa di più. Per questo motivo, può essere più vantaggioso programmare i propri spostamenti in modo da evitare gli orari di punta (peak), che vanno dalle 6:30 alle 8:30 e dalle 16:30 alle 19, e sfruttare gli orari off-peak a tariffa ridotta. Un’altra soluzione è quella di visitare la città durante il week-end quando sui mezzi pubblici vengono applicate soltanto tariffe ridotte. 

Visitare Londra spendendo poco

Un’altra voce di spesa che incide sul portafoglio delle au pair è quella legata al costo delle attrazioni della capitale inglese. Anche in questo caso, però, ci sono dei modi per risparmiare sui biglietti d’ingresso ai principali musei, edifici pubblici e chiese.

Entrate gratis nei musei e nelle gallerie d’arte

In una delle città più care per antonomasia, scoprire che i principali musei e gallerie d’arte sono gratis, sette giorni su sette, è davvero una sorpresa. È possibile, infatti, visitare le collezioni permanenti del British Museum, del Museo di storia naturale o della Nation Gallery senza spendere nulla ed entrando tutte le volte che si vuole. Sul sito dell’Ente del turismo si trova l’elenco di tutti i musei e di tutte le gallerie d’arte a ingresso gratuito. 

Scoprite le chiese londinesi durante la messa

Un modo insolito e gratuito per visitare le chiese londinesi può essere quello di partecipare a una messa. Ovviamente non si potrà visitare tutta la chiesa come in una visita turistica a pagamento e non si potranno scattare foto. Ma partecipare a una messa vi darà l’occasione di scoprire in modo originale edifici religiosi molto noti, come l’Abbazia di Westminster o la Cattedrale di San Paolo, e di conoscere i londinesi da un punto di vista insolito. Per le au pair è, inoltre, un buon modo per migliorare la comprensione dell’accento inglese.

Soggiornate a Londra a settembre per non perdervi l’Open House

Tutti gli anni a settembre a Londra si svolge l’Open House. Si tratta di un evento che dura una settimana e che dà la possibilità di visitare gratuitamente numerosi edifici londinesi. Ad esempio, è possibile entrate nella residenza del primo ministro al numero 10 di Downing Street o visitare il famoso edificio di 40 piani nel cuore finanziario della City conosciuto come Gherkin (cetriolo) per la sua insolita forma. Insomma, controllate il calendario prima della partenza!

Letto 729 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti